Di Battista: “Italia schiava del nazismo di Germania e Ue”

Alessandro Di Battista (Giorgio Cosulich/Getty Images)
Alessandro Di Battista (Giorgio Cosulich/Getty Images)

Parole di fuoco e che stanno già facendo discutere quelle utilizzate dal deputato Alessandro Di Battista, componente del direttorio del Movimento Cinque Stelle, alla Camera: “L’euro è una zavorra di cui l’Italia deve liberarsi. La realtà è che siamo schiavi del marco. Non stiamo nell’euro ma sostanzialmente nel marco quindi dobbiamo staccarci dal nazismo centrale di Germania e istituzioni europee perchè vogliono colonizzare il Sud Europa attraverso le loro politiche economiche”.

Di Battista ha aggiunto: “Guardiamo alla Grecia strozzata dalla troika. Uso il termine nazismo non per il popolo tedesco ma riferito alle istituzioni che stanno uccidendo i popoli”. Il parlamentare pentastellato ha quindi spiegato che il tono delle sue affermazioni è volutamente provocatorio: “Viva la faccia della sana provocazione se questa è un modo per far parlare i media non di Berlusconi ma di come le istituzioni europee stiano distruggendo interi paesi”.

Il deputato, non nuovo a questo tipo di provocazioni, ha poi snocciolato alcune cifre, parlando di “164 suicidi solo dall’inizio dell’anno, 9 milioni di poveri solo in Italia”, che solo la testimonianza di “quello che stiamo dicendo: queste parole forti ci servono per dire che l’euro è una gabbia che ci riempie di violenza povertà e morte”.

Tra i primi a replicare a Di Battista, Stefano Pedica del Pd: “Al delirio grillino non c’è mai fine. Arrivare a dire che l’euro è una zavorra di cui l’Italia deve liberarsi per non finire schiava del ‘nazismo della Germania e della Bce’ fa capire che Di Battista di politica estera ne sa quanto Razzi. Prima di lanciarsi in sgangherate analisi di politica economica internazionale, Di Battista dovrebbe imparare a pesare di più le parole, ricordandosi che per errore è stato eletto anche deputato. All’esuberante grillino vorrei ricordare che intavolare discussioni sull’euro e sulla Bce non è esattamente come salire sul tetto di Montecitorio. I cinque stelle continuino pure a loro a fare i loro show ma per piacere non mettano in imbarazzo l’Italia”.

GM