Bimba morta malnutrita, aveva cranio schiacciato

Bambina piccola (Scott Olson/Getty Images)
Bambina piccola (Scott Olson/Getty Images)

Sconcertanti i risultati dell’autopsia sulla piccola di nove mesi che venne ritrovata cadavere a Milano a fine febbraio: la bimba aveva uno schiacciamento del cranio all’altezza della nuca e una piaga da decubito vicino a una scapola sulla schiena. I genitori della bimba, cittadini italiani, hanno chiamato il soccorso sanitario del 118 nella notte tra il 26 e il 27 febbraio, quando si sono accorti che la loro figlioletta non respirava più. Il dramma è accaduto in un appartamento di via Filippo Severoli, nella zona di Primaticcio, alla periferia ovest di Milano.

La scena che si è presentata agli operatori sanitari è stata sconvolgente: la piccola aveva sul corpo piaghe da decubito, era in pessime condizioni igieniche ed era in stato di malnutrizione. Sin da subito le condizioni in cui è stata ritrovata avevano lasciato molto da pensare. I soccorritori del 118, entrati nella casa, hanno subito chiamato la polizia e sul posto è arrivato anche il medico legale. Il corpo della piccola è stato affidato all’autorità giudiziaria per accertamenti; di oggi l’inquietante risultato dell’autopsia.

Vanno ora chiarite le responsabilità dei genitori, mentre appare chiaro che la bimba è rimasta abbandonata a se stessa per diverse ore.

GM