Migranti, Salvini annuncia: “Class action contro Renzi e Alfano”

Matteo Salvini (TIZIANA FABI/AFP/Getty Images)
Matteo Salvini (TIZIANA FABI/AFP/Getty Images)

L’annuncio del segretario federale della Lega Nord, Matteo Salvini, è arrivato stamattina dai microfoni di Radio Padania Libera: “Denunceremo Renzi e Alfano per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina perché qualcuno è complice dell’invasione in corso”. Ha spiegato il leader del Carroccio: “Vogliamo fare una class action e vedremo se in Italia c’è un giudice che, oltre ad occuparsi delle cene di Berlusconi, vorrà occuparsi di chi sta aiutando, da complice, una invasione clandestina. Vedremo di coinvolgere il maggior numero di persone possibili”.

Salvini ha poi cambiato argomento: “Il 31 maggio si vota, può essere il segnale di sfratto a Renzi. Dobbiamo crederci. Oggi sono in Veneto a sostenere il nostro Luca Zaia. Vedo che adesso sono tutti contro Zaia, un bel segno, vuol dire che Zaia ha fatto bene, che Zaia vince”. Quindi ha definitivamente chiuso le porte in faccia al Nuovo Centrodestra di Angelino Alfano: “Non ci sarà nessun simbolo di Ncd o di Alfano dove ci sarà il simbolo della Lega”.

Quindi ha replicato a chi lo accusa di estremismo: “Il fatto che la Lega è in crescita infastidisce le grandi banche, la finanza, le multinazionali. Non abbiamo molti amici, nemmeno nella stampa. Ma se siamo nel giusto, come credo, dobbiamo crederci e lottare fino in fondo”. Salvini si è poi fatto immortalare su Facebook “insieme a Zaia, con alcuni lavoratori della Mercatone Uno, 4.700 posti di lavoro a rischio in tutta Italia”, attaccando il presidente del Consiglio, Matteo Renzi: “Altro che Jobs Act, Renzi dove sei?”.

GM