Roma, De Rossi al capolinea: futuro in America?

Daniele De Rossi (getty images)
Daniele De Rossi (getty images)

Uno dei capri espiatori della stagione difficile della Roma, o quantomeno della stagione del ‘vorrei ma non posso’ recitato dalla squadra di Garcia da qualche mese a questa parte, è certamente Daniele De Rossi. Il centrocampista romano, Capitan Futuro da almeno 10 anni, si è inceppato. E non da adesso. A Roma sono divisi tra chi lo adora e chi un po’ meno, tra chi gli rimprovera di pensare solo ai soldi (è suo infatti lo stipendio più alto di tutta la Serie A con 6 milioni di euro) e tra chi vede in lui una partecipazione troppo da tifoso nelle sorti della Roma, la qual cosa lo condiziona tantissimo nel rendimento.

Le ultime polemiche riguardano il match di Europa League contro la Fiorentina. Da un suo errore è nato il gol del vantaggio dei viola, poi è uscito per infortunio e da lì la squadra giallorossa è sembrata improvvisamente giocare meglio. E c’è chi chiede a gran voce l’utilizzo di Keita al suo posto. Contro la Sampdoria non ci sarà per infortunio e anche questi continui stop l’hanno condizionato tantissimo sia in questa, sia nella passata stagione. E’ ormai 2-3 anni che non si vede il vero De Rossi, quello che ha rifiutato club come Manchester United o Real Madrid per stare alla Roma.

Ma il futuro per lui non sembra essere ancora a lungo in maglia giallorossa. Le continue critiche potrebbero spingerlo a lasciare la squadra della sua città, per il bene di tutti, suo e della società, che andrebbe a risparmiare un ingaggio monstre. Le sirene della Mls americana stanno cercando di attirarlo. Toronto (dove c’è Giovinco) e Orlando (dove c’è Kakà) hanno iniziato i primi sondaggi e da quelle parti potrebbe anche conservare il lauto ingaggio che percepisce alla Roma. Si vedrà, ma intanto le possibilità che De Rossi lasci la Roma nella prossima stagione sono sempre più alte.

Marco Orrù