Salvini: “Chi nasce da utero in affitto parte con handicap”

Matteo Salvini (TIZIANA FABI/AFP/Getty Images)
Matteo Salvini (TIZIANA FABI/AFP/Getty Images)

Matteo Salvini, segretario federale della Lega Nord, a ruota libera intervenendo alla trasmissione di Radio 24 ‘La Zanzara’: “I bambini devono nascere e crescere come il buon Dio ha deciso, l’utero in affitto è bieco e volgare egoismo. Ma pensiamo al bambino- aggiunge-, oltre all’egoismo del genitore pensiamo al bimbo. Se cresce con genitori o un genitore gay parte da un gradino più sotto. Parte con handicap, sì”. Il leader del Carroccio poi prosegue: “Ho letto che a Bologna due islamici non trovano una casa da affittare. Ma uno sarà libero di affittare la casa a chi vuole? Se arriva un rom cencioso, con quattro bambini che usa ai semafori, sarò libero di non affittargli la casa?”.

Salvini quindi ha accusato: “Il velo è simbolo di oppressione. La donna che porta il velo non mi piace, è simbolo di prigionia. Fosse per me lo proibirei, si va in giro a volto scoperto”. Parlando della comunità rom ha insistito: “Dire che tutti sono ladri è sbagliato, ma troppi rom sono ladri. Quando sono andato nei campi rom, che paghiamo noi, ho trovato macchinoni, tv color della madonna, telefonini ultimo modello…”. Salvini ne ha anche per l’ex ministro del lavoro, Elsa Fornero: “Mi sta qua. Sono un non violento con tutti, ma con lei devo fare autocontrollo, altrimentià. La Fornero ha fatto danni a migliaia di persone, se la incrocio devo cambiare marciapiede”.

“Col sistema fiscale che c’è in italia, gli imprenditori fanno bene a scappare: le tasse sono troppo alte”, dice infine Salvini e difende la scelta di Sergio Marchionne: “Ha fatto bene con la Fiat, se ci fosse un’aliquota uguale per tutti al 15 per cento tanti imprenditori tornerebbero in italia. Bisogna pagare meno per pagare tutti. Se porto tanti Marchionne a pagare le tasse in Italia, la ‘sciura’ le tasse non le paga”.

GM