Il ritorno di Putin: “In Crimea ero pronto a usare l’atomica”

Il presidente russo Vladimir Putin (Alexei Nikolsky/Getty Images)

Vladimir Putin è tornato. E’ accaduto a Strelna, alle porte di San Pietroburgo, dove si è tenuto il previsto incontro con il presidente kirghiso, Almazbek Atambayev, nello storico Palazzo di Costantino. La ricomparsa in pubblico del presidente russo è avvenuta circa dieci giorni dopo la sua misteriosa sparizione. E qualcuno, ne siamo certi, avrà pensato: “Era meglio quando era sparito dalla circolazione”. Tornato a mostrarsi, il buon Vladimir, l’uomo a capo del Cremlino moscovita, ha cercato insolitamente di stemperare i toni in , affermando: “Problemi di salute? Su di me solo pettegolezzi, senza i quali ci si annoierebbe”. Il problema è che non c’è molto spazio per divertirsi con le congetture: al di là della sparizione dopo il vertice con Matteo Renzi, i temi caldi per Mosca sono sin troppi: l’Ucraina, l’omicidio dell’oppositore politico Boris Nemtsov, il crollo del rublo e dell’economia, il paventato rischio di golpe.

I leader occidentali avranno accolto con sollievo il suo ritorno? Difficile pensarlo, visto che Putin si è dimostrato più agguerrito che mai, dichiarando con leggerezza: “Per risolvere la situazione in Crimea, ero pronto a utilizzare le armi nucleari”. Questa dichiarazione shock risuonerà nelle orecchie del pubblico russo stasera, quando in tv sarà trasmesso il documentario-intervista “Crimea, il ritorno a casa”, in occasione del primo anniversario della riannessione della repubblica all’interno della Federazione Russa. Nel documentario Putin dichiarerebbe: “Se vi fosse stata un’azione militare ostile da parte di chiunque, avrei attivato il meccanismo di difesa atomica. Eravamo pronti a farlo, per fortuna non ce n’è stato bisogno”. Al presidente Usa Barack Obama, Putin imputa di aver orchestrato la destituzione dell’allora capo di Stato ucraino Viktor Yanukovych. Intanto, la Crimea è stata trasformata in una fortezza, con oltre 40 sistemi missilistici S-300 e una ventina di batterie mobili, insieme ad altre armi pesanti. Bentornato, Vladimir.

CM