Rappresaglie in Iraq, rasa al suolo la tomba di Saddam

Distrutto mausoleo Saddam Hussein
L’ex dittatore iracheno Saddam Hussein (Erik De Castro/Getty Images)

Tikrit, la città irachena che ha dato i natali all’ex dittatore sunnita Saddam Hussein, vive una fase decisiva per la propria liberazione: dallo scorso giugno sotto il controllo dei fondamentalisti dello Stato Islamico dell’Isis, due settimane fa è stata teatro di scontri fra i miliziani e l’esercito di Baghdad. Il governo ne ha ormai quasi completamente ripreso possesso: secondo le dichiarazioni delle autorità, entro pochi giorni la città sarà completamente liberata, preludio alla successiva offensiva di terra su Mosul. Intanto, proprio a causa dell’intensificarsi degli scontri tra le due fazioni, ad appena 10 chilometri di distanza da Tikrit, ad al-Awja, nell’Iraq settentrionale, la tomba di Saddam Hussein è stata rasa al suolo nel corso dei combattimenti tra le forze governative e i jihadisti dello Stato islamico. Tutto quello che è rimasto del sontuoso mausoleo del defunto Rais, sono alcune colonne sulle quali poggiava il tetto, per il resto vi sono solo macerie. Gli stessi manifesti con l’effige di Saddam che coprivano la tomba ora affiorano sotto montagne di detriti. Ancora non è chiaro chi abbia distrutto la tomba del dittatore. Un responsabile delle milizie sciite iraniane che appoggiano l’esercito iracheno, il capitano Yasser Nu’ma, ha sottolineato che i miliziani avevano posizionato delle bombe intorno al mausoleo per tendervi un’imboscata. Al contrario, secondo numerosi componenti della comunità sunnita in Iraq, la distruzione sarebbe avvenuta deliberatamente da parte delle milizie sciite, come inevitabile ripercussione del conflitto settario-religioso interno all’Islam. I seguaci dell’autoproclamato Califfato, lo scorso agosto, avevano già annunciato la distruzione del mausoleo. La notizia era stata smentita poi da fonti locali, spiegando che era stata saccheggiata e data alle fiamme ma aveva riportato solo lievi danni. L’anno scorso alcuni media iracheni avevano pubblicato la notizia che la salma di Saddam era stata rimossa dai suoi fedelissimi e trasferita in una località segreta.

CM