Dieci anni senza Giovanni Paolo II

(Franco Origlia/Getty Images)

Alle 21:37 del 2 aprile 2005 moriva Papa Giovanni Paolo II. Alla notizia migliaia di persone si recano in Piazza San Pietro danno vita ad una veglia di preghiera che si protrarrà fino  al giorno delle esequie, venerdì 8 aprile. Karol Józef Wojtyła nacque a Wadowice, città a 50 km da Kraków in Polonia, il 18 maggio 1920. Era l’ultimo dei tre figli di Karol Wojtyła e di Emilia Kaczorowska, che morì nel 1929. Suo fratello maggiore Edmund, medico, morì nel 1932 e suo padre, sottufficiale dell’esercito, nel 1941. La sorella, Olga, era morta prima che lui nascesse. Fu battezzato il 20 giugno 1920 nella Chiesa parrocchiale di Wadowice dal sacerdote Franciszek Zak; a 9 anni ricevette la Prima Comunione e a 18 anni il sacramento della Cresima. Terminati gli studi nella scuola superiore Marcin Wadowita di Wadowice, nel 1938 si iscrisse all’Università Jagellónica di Cracovia. Quando le forze di occupazione naziste chiusero l’Università nel 1939, il giovane Karol per potersi guadagnare da vivere ed evitare la deportazione in Germanialavorò per quasi cinque anni in una cava ed, in seguito, nella fabbrica chimica Solvay p. Wojtyła fu il primo Pontefice non italiano dopo 455 anni. Prima di lui l’olandese Adriano VI (1522 – 1523). E ‘ stato il primo pontefice slavo della storia. Divenne Giovanni Paolo II con la sua elezione alla Sede Apostolica il 16 ottobre 1978.