Ascensore precipita nel vuoto, morto operaio

Ascensore (Aaron Tam/AFP/Getty Images)
Ascensore (Aaron Tam/AFP/Getty Images)

Era caduto mercoledì da un’altezza di 15 metri mentre stava riparando l’ascensore di un palazzo a Limbiate, in provincia di Monza e Brianza. Nelle scorse ore, il 42enne Giuseppe Panin, tecnico di una ditta specializzata nella manutenzione degli ascensori, non ce l’ha fatta ed è deceduto all’Humanitas di Rozzano, dove era arrivato con diverse lesioni interne e il quadro clinico era precipitato poche ore dopo il ricovero in maniera rivelatasi irreversibile.

Secondo la dinamica accertata da Carabinieri, polizia locale e Asl, il tecnico stava sostituendo le pulegge dell’impianto, quando il blocco di sicurezza si è improvvisamente sganciato. L’ascensore, con l’uomo all’interno della cabina, è precipitato nel vuoto e fatale si è rivelato il contraccolpo quando questo si è schiantato a terra.

Nelle stesse ore, a Carpenedolo, nel Bresciano, un operaio 53enne che stava lavorando alla manutenzione di una cascina è precipitato da un ponteggio all’interno di un cantiere ed è morto poche ore dopo. Sempre nelle scorse ore, nei cantieri di Expo 2015, a Rho, poteva risultare fatale a un operaio di 41 anni la caduta  a terra dal cassone di un camion mentre stava lavorando nei pressi del varco di accesso all’area.

GM