Esplosione nel pub a Bergamo, ipotesi dolosa

Polizia scientifica (FILIPPO MONTEFORTE/AFP/Getty Images)
Polizia scientifica (FILIPPO MONTEFORTE/AFP/Getty Images)

Rimangono ancora da accertare le cause dell’esplosione e dell’incendio che ieri hanno devastato un pub a Bergamo, uccidendo il titolare. Stando a quanto si apprende, gli investigatori avrebbero trovato all’interno del locale alcune tracce di un incendio doloso. Al momento viene esclusa la pista della criminalità organizzata per il racket o altre ritorsioni. Mentre non si esclude che il rogo possa essere stato provocato dallo stesso titolare.

Lo scoppio e l’incendio si erano verificati ieri mattina prima dell’alba, intorno alle 4:30, all’interno del pub Maguire’s in via Previtali. Gigi Parma, titolare del locale, è morto nell’incidente, mentre altre 17 persone hanno dovuto fare ricorso alle cure dei sanitari, di cui dieci sono rimaste intossicate. Nel palazzo dove si trova il pub, sono stati fatti evacuare per precauzione gli appartamenti soprastanti, ma fortunatamente non ci sono stati danni che abbiano compromesso la stabilità della struttura.

L’incidente ha impressionato molto la città di Bergamo dove Gigi Parma era molto conosciuto e aveva ricoperto diversi incarichi nel settore del commercio. Stando a quanto raccontati dai dipendenti del pub alle forze dell’orine, il locale aveva chiuso alle 3 del mattino, come d’abitudine, ma il titolare è tornato da solo nel locale un’ora dopo la chiusura, quindi c’è stata l’esplosione.

V.B.