Usa, vuole un altro figlio a tutti i costi: fa stuprare la figlia 15enne dal compagno

(Spencer Platt/Getty Images)

Terribile vicenda familiare in Pennsylvania, negli Stati Uniti. Misty Machinshok, 33 anni, passerà di certo alla storia della cronaca locale con l’appellativo di “mamma orco”. La donna, madre di due figlie di 15 e 11 anni, era desiderosa di avere un altro bambino e non voleva arrendersi alle impossibilità che la natura le aveva ormai imposto, non essendo più fertile. Separata dal primo marito, il padre delle ragazze, Misty ha avuto quella che le deve essere sembrata una brillante idea: costringere le figlie a sottostare agli abusi del suo nuovo compagno. Sì, nel suo oscuro piano, a quel punto avrebbe potuto crescere il nascituro come figlio suo. Il suo progetto prevedeva anche di spiegare a vicini, amici e parenti che la figlia era rimasta incinta dopo un incontro occasionale in una festa. Così, le violenze sono andate avanti per più di un anno. Raccapriccianti i risultati emersi dalle indagini preliminari degli inquisitori: Misty teneva ferma la figlia 15enne mentre il compagno Gary – un 29enne conosciuto su un sito di incontri che si era trasferito a vivere con lei – la violentava; non è tutto: Misty avrebbe anche suggerito ella stessa le posizioni da assumere durante l’amplesso per facilitare il concepimento.

Il 29enne ha anche ammesso di aver molestato sessualmente anche l’altra figlia della donna, una bambina di appena 11 anni. Il tutto è venuto alla luce del sole in seguito alla denuncia alla polizia da parte di un intrepido amico delle ragazzine, che fortunatamente è venuto in loro soccorso. Le due adolescenti sono ora in affido; per la coppia di malfattori si prevedono pene fra i 15 e i 30 anni di carcere per stupro, violenze e altri capi d’accusa. Misty si è già dichiarata colpevole: la sua intenzione, così facendo, è quella di evitare che le figlie facciano da testimoni al processo.

CM