Regionali, in Puglia Forza Italia punta sulla Poli Bortone

Adriana Poli Bortone (screenshot Youtube)
Adriana Poli Bortone (screenshot Youtube)

E’ Adriana Poli Bortone il nome che Forza Italia intende mettere in campo per le Regionali in Puglia, dopo la rottura con la coalizione di centrodestra che candida l’oncologo ed ex presidente della provincia di Bari, Francesco Schittulli. L’ex senatrice ed ex sindaco di Lecce è un politico di lungo corso, che nel primo governo Berlusconi ha anche ricoperto il ruolo di ministro delle Risorse Agricole. Già cinque anni fa, si candidò come terzo incomodo a capo di una coalizione formata da Udc e Io Sud, raccogliendo circa il 9% dei voti, che vennero sottratti di fatto al candidato di centrodestra, Rocco Palese, consentendo così la rielezione di Nichi Vendola.

“Se il mio partito me lo dovesse chiedere la prenderei in considerazione”, ha commentato la Poli Bortone facendo riferimento a Fratelli d’Italia, formazione politica a cui ha aderito un anno fa. E proprio la presidente della formazione della destra italiana, Giorgia Meloni, ha dettato poco fa le condizioni affinché la candidatura dell’ex senatrice: “La proposta di candidare a presidente una nostra storica e apprezzata esponente è motivo di orgoglio ma avrebbe significato solo se servisse a unificare tutta la coalizione. Se finisse con l’essere ulteriore motivo di divisione non sarebbe per noi possibile aderire a questa ipotesi”.

Pronto all’alleanza Matteo Salvini, che spiega: “Se Forza Italia deciderà di fare la strada con noi è la benvenuta. Nel centrodestra c’è una confusione abbastanza notevole”. Sembra evidente che la scelta potrebbe creare una frattura ancora più netta nel centrodestra, perché risulta difficile credere che Schittulli – e con lui l’europarlamentare Raffaele Fitto – faccia un passo indietro in nome dell’unità della coalizione. La candidatura della Poli Bortone è stata commentata anche dal candidato di centrosinistra, Michele Emiliano: “E’ una mia amica, politicamente un’avversaria dura, tostissima, so che non me le manderà a dire, ma so anche di avere in lei un’interlocutrice competente ed esperta. Questo equilibrerà la campagna elettorale”.

GM