700 morti nel canale di Sicilia: il pensiero di Salvini

Il Carroccio contro "l'invasione" (MARCO BERTORELLO/AFP/Getty Images)
Il Carroccio contro “l’invasione” (MARCO BERTORELLO/AFP/Getty Images)

“Cos’è cambiato a 18 mesi da Lampedusa? Servono altri 700 morti per bloccare le partenze? Se le istituzioni Ue hanno un senso, ci vuole tanto a organizzare dei blocchi navali e identificare chi è immigrato clandestino e chi è rifugiato? Non so più come dirlo. L’ipocrisia di Renzi e Alfano crea morti”. Lo dice il leader della Lega, Salvini, commentando l’ultima tragedia di migranti avvenuta la notte scorsa nel Canale di Sicilia. Il Leader della Lega Nord auspica “un blocco navale internazionale subito, davanti alle coste libiche e Guardia costiera e militare a soccorrere e difendere i nostri confini”. Dello stesso avviso il senatore di Forza Italia Gasparri  che la pensa come Salvini “Sono stragi figlie del buonismo” auspicando anche lui “un immediato blocco navale”.