Salvini sta con Putin

Matteo Salvini e Vladimir Putin (dal profilo facebook di Salvini)
Matteo Salvini e Vladimir Putin (dal profilo facebook di Salvini)

Oggi, con una maestosa cerimonia e un’imponente parata militare sulla Piazza Rossa si sono celebrati a Mosca i 70 anni dalla fine della Seconda Guerra Mondiale e dalla sconfitta del nazismo. Sulla tribuna d’onore, al fianco del padrone di casa Vladimir Putin, c’erano tutti i principali leader dell’Oriente, dal presidente cinese Xi Jinping, accompagnato dalla consorte, al presidente dell’India Pranab Mukherjee, a quello del Vietnam Truong Tan Sang; poi, tra gli altri, c’erano il presidente del Venezuela Nicolas Maduro, il leader cubano Raul Castro, il presidente dell’Egitto Abdel Fattah el-Sisi, quello del Sudafrica Jacob Zuma e il discusso presidente dello Zimbawe Robert Mugabe. Assenti i leader dei Paesi occidentali, che erano soltanto rappresentati dai loro ministri degli Esteri o ambasciatori a Mosca, che comunque non hanno assistito alla parata militare. Per l’Italia era presente il ministro degli Esteri Paolo Gentiloni, che ha deposto dei fiori sulla tomba del Milite ignoto ai Giardini di Alessandro, insieme al ministro degli Esteri francese Laurent Fabius.

L’assenza dei leader occidentali alla cerimonia di Mosca è stata criticata dall’ex premier Silvio Berlusconi, che in merito ha scritto una lettera al Corriere della Sera, parlando di “miopia dell’Occidente” nel voler isolare Putin.

Allo stesso modo deve pensarla anche il leader della Lega Nord Matteo Salvini, che non ha scritto nessuna lettera né rilasciato particolari dichiarazioni, ma oggi ha pubblicato sulla sua pagina facebook  una composizione di due foto che lo ritraggono in atteggiamenti cordiali con il presidente russo Putin, accompagnate da poche, semplici e chiare parole: “Io sto con lui“.

V.B.