Comunali, si tornerà al voto ovunque

Seggio (FILIPPO MONTEFORTE/AFP/Getty Images)
Seggio (FILIPPO MONTEFORTE/AFP/Getty Images)

Si andrà praticamente ovunque al ballottaggio nei comuni capoluogo in cui si è votato ieri per il nuovo sindaco e il rinnovo dei consigli. Questo dato testimonia l’eccessiva frammentarietà del quadro politico italiano, con il Pd che resta primo partito ma perde posizioni rispetto al voto di un anno fa, come peraltro confermato dallo spoglio per le regionali. Nei comuni in cui si è votato anche per il rinnovo dei consigli regionali, lo spoglio è iniziato oggi alle 14 e i dati procedono a rilento.

Praticamente consolidato invece il dato degli altri comuni capoluogo. A Lecco, a spoglio completato, ballottaggio tra Virginio Brivio, sindaco in carica e candidato di Pd e due civiche, che si attesta al 39,2%, e Alberto Negrini, sostenuto da Lega, Fratelli d’Italia e Forza Italia, al 26,5%. Fondamentale sarà capire a chi andrà il sostegno di Lorenzo Bodega, l’altro candidato di centrodestra che ha raccolto più del 20% dei consensi, al secondo turno. Ballottaggio anche a Mantova tra Mattia Palazzi, candidato del centrosinistra al 46,2% e Paola Bulbarelli, scattata di oltre venti punti.

A Chieti, il ballottaggio sarà tra Umberto Di Primio del centrodestra e Luigi Febo del centrosinistra: tra loro lo scarto è di meno di sette punti, il primo è al 37%, il secondo sopra il 30%. Ballottaggio anche a Matera, con Salvatore Adduce, candidato di Pd, Sel e una vasta coalizione di civiche, che raccoglie il 40,2%, mentre il suo sfidante, a capo di una coalizione di civiche di centrodestra, Giulio De Ruggieri, sfiora il 36%. A Vibo Valentia, invece, il candidato di centrodestra, Elio Costa, ce l’avrebbe fatta per il rotto della cuffia: manca ancora l’ufficialità di un seggio, ma è al 50,75%.

In Sardegna, a Nuoro, ballottaggio tra Alessandro Bianchi del centrosinistra, con il 29,9% dei consensi al primo turno, e l’indipendente Andrea Soddu, al 21,4%. Hanno il loro sindaco Sanluri, nel Mediocampidano, che elegge Alberto Urpi con il 47,2%, e Tempio Pausania, nella provincia di Olbia-Tempio, che elegge Andrea Mario Biancareddu con il 52%. Solo in serata si conosceranno i risultati di Rovigo, Venezia, Arezzo, Macerata, Fermo, Trani e Andria, oltre che di Agrigento ed Enna, dove si è votato fino alle 15 di oggi.

GM