Primavalle, scarcerato il rom 19enne

Il luogo della tragedia (screenshot Youtube)
Il luogo della tragedia (screenshot Youtube)

Sarà scarcerato il rom 19enne arrestato, insieme al fratello e alla compagna di quest’ultimo, per l’incidente avvenuto a Primavalle mercoledì scorso in cui ha perso la vita a 44enne filippina Corazon Abordo e altre otto persone sono rimaste ferite. Secondo quanto riferito dalla legale della famiglia rom, Carola Gugliotta, il gip di Roma Pieratti ha convalidato il fermo ma ha deciso di scarcerare il giovane non ritenendo valida l’accusa di concorso in omicidio volontario.

Spiega l’avvocato: “È andata bene, il gip ha ritenuto di convalidare il fermo ma a carico del ragazzo, che era passeggero, ha ritenuto che non siano sussistenti gli elementi di colpevolezza e quindi lo ha rimesso in libertà”. La Gugliotta ha aggiunto: “Parlando col giudice ha ribadito quanto detto dalle altre persone interrogate e questa versione è stata ritenuta credibile perché hanno detto tutti quanti la stessa cosa”. Infine sul suo stato d’animo: “Lo abbiamo visto piangere tutto il tempo”.

Ieri la convalida dell’arresto per il fratello 17enne, che era alla guida dell’auto; l’avvocato Antonio Gugliotta aveva sottolineato: “Oggi era terrorizzato e tremava. Non credo che si sia reso conto di ciò che ha fatto. Il problema è proprio questo, ovvero di valutare il grado di maturità del minore. Non ha saputo fornire una spiegazione logica al suo comportamento. Ha chiesto perdono, è addolorato”. Nella vicenda, risulta indagato anche il padre dei due giovani, il quale in più occasioni aveva provato ad addossarsi tutte le responsabilità.

GM