Orrore a Milano: macchinista e capotreno presi a colpi di macete (Foto)

Un treno Regionale
Un treno Regionale

Drammatica e inaudita aggressione in una stazione del Passante ferroviario a Milano: un capotreno è stato assalito da un passeggero sprovvisto di biglietto ed è stato ricoverato in gravi condizioni in ospedale dove ha subito l‘amputazione del braccio. La notizia è stata confermata da personale del 118. Coinvolto anche un altro ferroviere, che ha riportato una ferita alla testa. Fermati in breve tempo due sospetti, entrambi sudamericani, sono stati portati in questura per un interrogatorio. I fatti si sono verificati alla fermata Villapizzone, su una corsa della linea S9 Rogoredo-Rho, intorno alle 21.45.

IL LUOGO DELL'AGGRESSIONE (foto il giorno.it)
IL LUOGO DELL’AGGRESSIONE (foto il giorno.it)

La cronaca

Il capotreno stava svolgendo un giro di verifiche fra i pochi passeggeri in procinto di salire sul convoglio, finché si è imbattuto nello squilibrato, un sudamericano che si trovava in compagnia di altri due, sprovvisti del documento di viaggio. Di fronte al rifiuto di collaborare è nata una collutazione con il gruppetto, alla quale avrebbe assistito una donna poi fuggita per lo spavento ma anche altri testimoni. L’aggressore, durante la rissa,  ha estratto un’arma da taglio da una borsa, sembrerebbe un grosso coltello o addirittura un machete, con cui ha colpito violentemente il bigliettaio al braccio (poi amputato all’ospedale di Niguarda). Visto il trambusto un ferroviere libero dal servizio è intervenuto in aiuto del collega ma è stato colpito a sua volta alla testa (non è ancora chiaro se con la lama o altro) riportando un trauma cranico. L’uomo è quindi riuscito a fuggire insieme ai compagni facendo perdere le proprie tracce.

MD