Pet therapy in pediatria, amici a quattro zampe per i piccoli malati

Pet therapy (John Moore/Getty Images)
Pet therapy (John Moore/Getty Images)

Un progetto di pet therapy, approvato dalla Regione Lombardia in accordo con la struttura ospedaliera, ha preso il via ieri all’ospedale Fatebenefratelli di Milano. In sostanza, durante la degenza, i piccoli malati potranno tenere vicini i loro amici a quattro zampe. L’iniziativa è stata illustrata dall’assessore alla salute della Lombardia Mario Mantovani: “Allontanarsi da casa, in particolare per un bambino, è sempre un momento difficile, per cui il fatto di poter avere vicino il proprio cagnolino, accarezzarlo e interagire con lui, credo sia un conforto importante”.

“L’ospedale Fatebenefratelli realizza oggi un progetto di alto valore sociale. In questo ospedale abbiamo una pediatria straordinaria in una Milano che ha sempre più bisogno di attenzione per i nostri bambini” – prosegue Mantovani – “Il progetto è stato varato nel pieno rispetto del provvedimento approvato dal Consiglio regionale lo scorso febbraio e segue l’accordo tra Ministero della Salute e Regioni in materia di benessere degli animali: le Regioni sono infatti chiamate a promuovere il contatto delle persone con gli animali da compagnia, rendendo tutti i luoghi pubblici accessibili anche per gli animali domestici, affermando così l’importanza della valenza che gli animali d’affezione rappresentano per la cittadinanza”.

Inoltre, si tratta di un’iniziativa volta a contrastare “l’abbandono e il maltrattamento animale, in un ottica di prevenzione del fenomeno, sostenendo la lotta contro il randagismo, le cure veterinarie e l’istituzione dell’anagrafe canina in tutti i comuni”. Mantovani conclude spiegando che “grazie alla presenza di un animale domestico i bambini sviluppano fin da piccoli un senso di responsabilità e di empatia che li accompagnerà per tutta la vita. Peraltro anche a livello scientifico è dimostrato che la presenza di un amico a quattro zampe possa avere effetti assolutamente positivi sulla salute fisica e sull’equilibrio emotivo”.

GM