I super cibi per la memoria

pesceCi sono degli alimenti che aiutano la memoria e combattono l’invecchiamento della mente.
Eccoli i cibi migliori per la mente che la naturopatia consiglia, anche sulla base delle conferme della ricerca scientifica, sono:

– pesce grasso di mare (sgombro, sardina, alice, aringa, salmone selvaggio ecc.), ricchissimo di acidi grassi della serie omega 3, essenziali per il buon funzionamento del sistema nervoso. Gli omega 3 in gravidanza migliorano persino l’intelligenza dei neonati. Attenzione però a cuocere poco il pesce, per non alterare gliomega 3 e rischiare che siano più i danni che i benefici;

–  noci, anche loro contenenti omega 3 e quindi buona alternativa al pesce per i vegetariani. Le noci hanno anche quantità interessanti di vitamina E, altro nutriente del cervello e antiossidante. La vitamina E è utile perfino nella demenza dell’anziano. Consumatele come spuntino, 4-5 alla volta, e sceglietele di qualità: non devono avere il guscio troppo chiaro (vorrebbe dire che sono state sbiancate chimicamente), né essere irrancidite (assaggiatele prima di acquistarle), devono essere integre e l’interno non deve essere secco;

– broccoli, ricchi di vitamina C, altro fondamentale antiossidante, che rinforza i vasi sanguigni (compresi quelli del cervello) e ne migliora l’elasticità. I broccoli allontanano anche il rischio di Alzheimer e di altre forme di demenza: uno studio condotto su donne di 60 anni, ha evidenziato che quelle che mangiavano più broccoli riportavano risultati migliori nei test per la memoria, l’abilità nel parlare e l’attenzione;

– pomodoro, il cui contenuto dell’antiossidante licopene – oltre che di vitamina C- lo rende prezioso per il buon funzionamento del cervello, e anche per la salute della pelle e della prostata;

– curcuma, spezia orientale della quale non ci stancheremo mai di decantare le molteplici virtù. Contiene antinfiammatori utili anche per il cervello, contrasta l’aterosclerosi e si è dimostrata un efficace aiuto nella prevenzione dell’Alzheimer;

– agrumi (arancia, pompelmo, limone ecc.), fluidificanti del sangue e ricchi della già citata, fondamentale, vitamina C;

– tè verde, che è un ottimo antiossidante e inibisce l’acetilcolinesterasi, enzima che danneggia l’acetilcolina, neurotrasmettitore implicato nella memoria. Un paio di tazze ditè verde al giorno possono bastare (rigorosamente senza zucchero e soprattutto senza dolcificanti).

GR