Roma, tunisino irrompe in una casa e abusa di una donna

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:23
roma tunisino violenza donna
(STR/AFP/GettyImages)

Era una tranquilla domenica mattina quella appena passata. Sole e caldo per tutti gli abitanti di questo quartiere romano che, durante la colazione, hanno sentito la tranquillità del loro quartiere squarciata da urla e grida d’aiuto. Subito è stata allertata la polizia che in poco tempo si è recata sul luogo. In pochissimi istanti è stato individuato l’appartamento dal quale provenivano le richieste disperate d’aiuto.

Quando gli agenti hanno raggiunto la porta d’ingresso hanno fatto appena in tempo a vedere un uomo uscire di corsa e scappare. Non sono riusciti a bloccarlo, ma il fuggitivo nella concitazione del momento ha perso zaino e cellulare così per gli inquirenti non è stato poi molto difficile individuarlo.

Si tratta di B.O.R., 33enne tunisino già noto alle forze dell’ordine che insieme ad un complice aveva fatto irruzione in questo appartamento abitato da due donne di nazionalità cinese. Una delle due ha raccontato alla polizia di aver subito violenza sessuale da quest’uomo che si è introdotto in casa approfittando di una porta lasciata socchiusa. L’uomo aveva prima chiesto tutti i soldi presenti in casa poi imbufalito per l’esigua somma del suo bottino ha deciso di sfogare la rabbia facendo violenza su una delle due donne, il tutto sotto costante minaccia di un coltello.

Quando gli inquirenti lo hanno trovato l’uomo si trovava in uno stabile occupato dove viveva dietro ad una porta murata. Ora è in stato di fermo ed è accusato di violenza sessuale e rapina.

F.B.