Papà disoccupato con 6 gemelli: “Siamo felici lo stesso”

Parto 6 gemelli
Il papà guarda uno dei suoi 6 figli nell’incubatrice (Web)

Sono nati il 10 gennaio 2010 alla ventiseiesima settimana di gravidanza quindi con una prematurità grave che poteva compromettere seriamente la loro salute. Invece i 6 gemelli della famiglia Mele stanno tutti bene.

Quando nacquero la notizia fece scalpore perché era il secondo e ultimo caso di parto esagemellare in Italia (il primo fu quello della famiglia Giannini nel 1996). Ora fanno meno notizia e non sono di certo in cerca di pubblicità. Però è capitato che ad una serata di beneficenza a favore dei bambini della terra dei fuochi partecipasse anche il pediatra che li ha accuditi alla nascita e durante quei lunghi mesi in terapia intensiva. E’ stata così l’occasione per parlare ancora di quel caso e il Corriere della Sera ha raggiunto telefonicamente la famiglia Mele.

la storia che viene fuori è molto particolare perché la signora Carmela fa la mamma a tempo pieno mentre il papà Pino attualmente è disoccupato. Nonostante questa situazione non certo semplice Carmela non perde il sorriso e l’ottimismo e racconta: “Li ho avuti tardi, a 35 anni, per un errore dopo una cura antisterilità. Sono diversi uno dall’altro. All’inizio arrivavano pacchi da tutta Italia. Ora i vestiti me li danno i compaesani. Compro solo le scarpe. Siamo una squadra. Mi hanno aiutata parenti e amici. Chi cambiava pannolini, chi dava il biberon. Abbiamo bisogno di lavoro. Il futuro mi preoccupa. Poi guardo quei sei e il sole risplende”. E non potrebbe essere altrimenti perché la vita è sempre un dono, un miracolo. Il lavoro conta, serve per vivere, ma la sua mancanza non potrà mai togliere il sorriso ad una famiglia felice di amarsi.

F.B.