Ecco la guida per abbassare il colesterolo

colesterolo
(foto Pixabay)

Prima di tutto bisogna conoscere il colesterolo. Esiste infatti il colesterolo “cattivo” (LDL) che tende a occludere le arterie, e quello “buono” che invece provvede a ripulire le pareti dei vasi e impedendo la formazione di depositi (placche aterosclerotiche) prima di rifluire verso il fegato per essere metabolizzato. Ci sono delle semplici mosse o accorgimenti che posso essere messe in pratica per salvaguardare la nostra salute.

In primis bisogna imparare a mangiare pesce azzurro e i semi oleaginosi che sono fonti di acidi grassi essenziali omega 3, in grado di influire positivamente sul rapporto HDL/LDL.
Continuando bisogna imparare a conoscere alcuni alimenti che hanno la capacità di promuovere l’aumento dei livelli del colesterolo HDL quando mangiati abitualmente. Tra i principali si ritrovano aglio, arancia, cioccolato fondente, cipolla, olio di oliva, mela, pompelmo, soia. Oltre a cosa mangiare ci sono anche i divieti, tra i tanti i grassi idrogenati, ma anche quelli parzialmente idrogenati che si trovano nei: cracker, grissini, biscotti, merendine, snack, patatine fritte, gelati. A differenza dei sani grassi monoinsaturi e polinsaturi, questi lipidi sono nocivi e alterano la capacità dell’organismo di regolare in senso fisiologico la produzione autonoma di colesterolo.
Da limitare invece i carboidrati poichè alzano il colesterolo. E’ bene ridurre la quantità complessiva di carboidrati e, più in generale, adottare un’alimentazione che aiuti a evitare i picchi glicemici e a tenere sotto controllo la produzione di insulina. Se dovessimo mangiare pasta o pane è giusto privilegiare cereali integrali invece che raffinati.
Legumi e frutta sono importanti poichè contengono una grande dose di fibre solubili. Queste fibre nell’intestino formano con l’acqua una massa gelatinosa che riduce l’assorbimento del colesterolo alimentare.

Inoltre è ampiamente dimostrato che è la continuità dell’attività fisica più che la sua intensità ad avere interessanti ricadute sulla regolazione del colesterolo: bastano 45 minuti al giorno di camminata a passo sostenuto.

Consiglio fondamentale, prima di ricorrere ai farmaci, a volte controversi per i loro effetti collaterali sarebbe più corretto stare attenti a tavola e non solo….vedrete che alle prossime analisi del sangue, il colesterolo sarà sceso e voi starete meglio.

GR