Ecco chi ha ucciso Cecil, il re leone dello Zimbabwe

Walter Palmer (ritaglio web)
Walter Palmer (ritaglio web)

Non sarebbe un cacciatore spagnolo, ma Walter Palmer, un dentista del Minnesota che ha la passione per la caccia, il bracconiere che nei giorni scorsi ha ucciso Cecil il leone considerato simbolo della riserva naturale di Hwange e dell’intero Zimbabwe. Lo rivela il quotidiano britannico Telegraph e la notizia viene confermata anche da fonti indipendenti. Intanto, lo Zimbabwe National Park conferma l’arresto di due persone coinvolte nella morte del Re Leone: Theo Bronkhorst, cacciatore professionista fondatore del Bushman Safaris Zimbabwe, e Honest Trymore Ndlovu, proprietario della fattoria dove è stata rinvenuta la carcassa del grosso animale.

Secondo quanto finora ricostruito, il leone, un esemplare di 13 anni, sarebbe stato rintracciato attraverso il posizionatore gps, attratto fuori dalla riserva con un’esca e ferito con una freccia. Dopo di che il cacciatore avrebbe iniziato la caccia al leone, prima di catturarlo e ucciderlo dopo 40 ore. Proprio l’utilizzo di una freccia avrebbe ricondotto a Palmer, il quale sarebbe solito utilizzarle nelle sue feroci ed estreme battute di caccia.

GM