Scattano una foto, bimbo perde la vista

Bimbo cinese (Getty Images)
Bimbo cinese (Getty Images)

Un banale scatto fotografico ha sconvolto la vita di una famiglia: è accaduto in Cina dove un bimbo di tre mesi appena ha perso la vista da un occhio per un banale motivo, ovvero l’amico di famiglia che ha scattato la foto si è scordato di disattivare il flash. A confermare che sia stato il flash effettuato dalla fotocamera a provocare danni irreparabili alla vista dell’infante sono stati gli stessi medici che lo hanno preso in cura, precisando che ad aumentare il danno ci ha pensato la distanza dalla quale è stata scattata la foto: appena 20 centimetri dal volto del piccolo.

Il bimbo non sarebbe rimasto cieco solo dall’occhio destro, ma ha subito gravi danni anche a quello sinistro. Danni permanenti che – a quanto si apprende –  non potranno essere risolti neppure attraverso un intervento. Il flash, hanno spiegato i medici, avrebbe danneggiato la macula, vale a dire la zona centrale della retina dell’occhio umano, la più sensibile agli stimoli luminosi, che si sviluppa pienamente solo all’età di quattro anni. In sostanza, un bimbo di pochi mesi è ancora più sensibile a questi input di luminosità e anche un flash può essere fatale.

 

GM