Choc a scuola: gatti sezionati durante una lezione

Gatti (PATRICK BAZ/AFP/Getty Images)
Gatti (PATRICK BAZ/AFP/Getty Images)

Inquietante vicenda di maltrattamento sugli animali denunciata dalla Lav in Veneto, dove un gruppo di studenti di un Istituto Tecnico Industriale di Vicenza, in occasione di una visita presso la Scuola Superiore Statunitense della stessa città, ha dovuto assistere a una lezione in cui venivano sezionati dei gatti. L’episodio è stato denunciato ai Carabinieri di Vicenza, i quali hanno accertato l’accaduto, appurando inoltre che i corpi dei mici sezionati provengono dall’Istituto autorizzato statunitense, essendo in corso negli Usa un programma di abbattimento per il controllo della popolazione felina, pratica però vietata nel nostro Paese.

Attacca la Lav: “Abbiamo denunciato la scelta operata dall’Istituto scolastico italiano di sottoporre i propri  studenti ad una lezione del tutto scandalosa e diseducativa, sia sotto il profilo pedagogico che della legittimità. Riteniamo un esercizio di crudeltà sezionare animali in presenza di minorenni. L’attività formativa posta in essere, inoltre, non rispetta le direttive del Ministero della Pubblica Istruzione, chiarite in una nota del 2008 che vieta l’utilizzo di animali negli esperimenti didattici e richiede ai docenti di utilizzare metodi alternativi esistenti e giudicati scientificamente più efficaci sotto il profilo didattico”.

Nei giorni scorsi, molto scalpore aveva fatto la scelta del governo australiano di mettere in pratica un piano di abbattimento per centinaia di miglaia di piccoli felini. Sulla scelta di eliminare i mici, un esempio molto negativo arriva dalla Cina, dove ogni anno vengono uccisi – per essere macellati e consumati – 25 milioni di animali.

GM