Cadavere sulla spiaggia per ore, la gente lo ignora e fa il bagno

Cadavere morto spiaggia
La triste scena sulla spiaggia di Mondello (Web)

Qualche anno fa aveva avuto un discreto successo il film “Weekend con il morto” dove una coppia di amici se ne andava in giro con un cadavere come se niente fosse. Quella però era una commedia, qui invece siamo di fronte ad una vera e propria tragedia, un dramma dell’indifferenza che deve far riflettere tanto sul valore che ognuno di noi attribuisce alla vita e soprattutto alla morte.

E’ successo a Mondello, la spiaggia dei palermitani e una delle più frequentate di tutta la Sicilia. Qui stamattina intorno alle 9 è morto annegato Antonio Battiata, 49 anni, agente di polizia penitenziaria. Lo hanno recuperato i bagnini e dopo gli inutili tentativi di rianimarlo insieme agli infermieri e ai medici del 188, l’uomo ormai morto è stato ricoperto (neanche troppo bene) con un telo, protetto un minimo con un ombrellone aperto e appoggiato sulla sabbia e poi lasciato lì, in spiaggia in attesa di un medico legale che è arrivato poi con tutta calma intorno alle 12. Nel frattempo la gente, dopo qualche perplessità iniziale, ha continuato a godersi il sole e  il mare come se nulla fosse. Bambini che correvano, tuffi, nuotate, scherzi con l’acqua, pic nic sotto l’ombrellone, venditori ambulanti…il tutto a pochi centimetri dal corpo di un uomo morto, tutto come se non fosse accaduto nulla, tutto come sempre, nell’indifferenza totale.

F.B.

Leggi anche:

Savona: spiaggia con morto