Milan, è fatta: accordo preliminare tra Berlusconi e Mr.Bee.

Silvio Berlusconi (Getty Images)
Silvio Berlusconi (Getty Images)

Giornata importantissima quella di ieri in casa Milan. In Sardegna, a Villa Certosa, Bee Taechaubol e il Presidente Silvio Berlusconi hanno firmato un accordo preliminare di compravendita che fissa al 30 settembre il termine per il passaggio del 48% del Milan al thailandese e il pagamento di circa 480 milioni di euro. L’ufficialità è arrivata anche tramite una foto che ritrae i due protagonisti del passaggio di proprietà che si stringono la mano, immagine postata da Mr.Bee sul proprio profilo ufficiale Instagram. Queste le prime parole del magnate asiatico rilasciate a Sportmediaset: ”Abbiamo firmato un accordo che permette ai nostri investitori di cominciare a lavorare molto presto per il club. Siamo d’accordo, vogliamo far crescere il Milan ancora di più in tutto il mondo. Mi vedrete più spesso a San Siro nelle vesti di tifoso con il presidente Berlusconi. Per vincere insieme? Sì, naturalmente”.

È stata anche stata definita la prevalenza di membri in quota Fininvest nel consiglio d’amministrazione (7 Fininvest, 5 gruppo Bee), ma  Taechaubol avrà comunque una voce importante sulle questioni rossonere. L’accordo prevede anche la valorizzazione e la commercializzazione del brand Milan, con particolare attenzione ai Paesi asiatici.

Silvio Berlusconi rimarrà Presidente del Milan, mentre Bee Taechaubol sarà il vicepresidente, come previsto nella governance definita dal preliminare di vendita. Inoltre, ai due Amministratori Delegati già presenti nel club rossonero, Barbara Berlusconi e Adriano Galliani, ne sarà aggiunto un terzo, responsabile di marketing e settore commerciale extra-Europa.

Marco Orrù