Giallo a Messina, ragazza cadavere in spiaggia

Cadavere in spiaggia (AFP/Getty Images)
Cadavere in spiaggia (AFP/Getty Images)

E’ mistero sul ritrovamento del cadavere di una giovane donna sul lungomare dello Stretto: non si conosce ancora l’identità della ragazza, che dovrebbe avere approssimativamente intorno ai 25 anni. Gli inquirenti hanno diffuso un identikit della giovane: età compresa fra 23 e 28 anni, di corporatura robusta, alta 1,65 centimetri, con piercing alla lingua, al labbro superiore e al naso. Aveva capelli corti e rasato ai lati e indossava un jeans chiaro, maglietta nera e scarpe scure da ginnastica.

A segnalare la presenza del corpo privo di vita, chiamando in soccorso un ciclista di passaggio, due giovani, apparentemente coetanei della ragazza. Quando però il passante ha chiamato il pronto soccorso, i due si sarebbero dileguati, tingendo ulteriormente di mistero il caso della giovane morta. La ragazza non aveva con sé documenti di riconoscimento e nessuna denuncia di scomparsa è stata presentata. Diverse le ipotesi al vaglio degli inquirenti, anche se al momento sembra esclusa la morte violenta: nessun segno di sevizie sarebbe infatti presente sul cadavere della giovane.

Si esclude anche l’ipotesi di un’overdose, non essendo stati trovati buchi sul corpo riconducibili a punture di ago, anche se ciò non toglie che la giovane possa aver assunto altri tipi di droghe. A chiarire le cause sarà l’esame autoptico già disposto dal sostituto procuratore Stefania La Rosa, mentre si cercano i due giovani che si sarebbero trovati con la ragazza al momento della morte.

Aggiornamento ore 14

Ha un nome la ragazza il cui cadavere è stato rinvenuto la notte scorsa in spiaggia a Messina: si tratta di Ilaria Boemi, una 16enne messinese. Sarebbe morta per un arresto cardiaco, maggiori risposte arriveranno però dall’autopsia disposta sul corpo dell’adolescente.

GM