Orrore a Catanzaro: neonata morta in un armadio

Neonata (Pixabay)
Neonata (Pixabay)

L’hanno trovata cadavere in una valigia nascosta in un armadio, in una casa di Montepaone Superiore, in provincia di Catanzaro. La neonata era figlia di donna è una ucraina di 37 anni, sposata con un italiano di 40 anni, entrambi residenti a Varese. La coppia aveva altri due figli e si trovava in vacanza nel paese del catanzarese di cui è originaria la famiglia del marito. La macabra scoperta è stata fatta dai carabinieri, allertati dalla segnalazione del personale dell’ospedale di Soverato, dopo l’arrivo della donna con i segni evidenti di una gravidanza.

In base ai primi accertamenti, non si tratterebbe di una nascita prematura, ma il corpicino della bambina evidenzierebbe una gravidanza portata a termine. La donna, in evidente stato confusionale, appena giunta in ospedale ha provato a giustificarsi riferendo di avere avuto un aborto. I medici però non hanno creduto alla sua versione dei fatti, proprio perché evidenti i segni di una gravidanza portata a termine. Tutti particolari che hanno indotto il personale medico-sanitario a disporre il ricovero per la donna. Spetterà ora alla Procura di Catanzaro, una volta noto l’esito degli esami autoptici, decidere in merito ad eventuali responsabiità della coppia.

Leggi anche

Varese: partorisce nel water e annega la neonata

Arriva il 118: familiari a tavola, neonato morto nel water

Neonato trovato morto nel water, scoperte le cause del decesso

GM