Migranti, per il Pd “Salvini non è la soluzione ai problemi”

Arrivo di migranti (GIOVANNI ISOLINO/AFP/Getty Images)
Arrivo di migranti (GIOVANNI ISOLINO/AFP/Getty Images)

Sono state 400mila le richieste di asilo nell’Unione Europea giunte tra gennaio e giugno: a spiegarlo è stato ieri un portavoce della Commissione Ue, spiegando alla stampa che il dato dimostra una tendenza alla crescita rispetto all’anno scorso quando furono 600mila in tutto l’anno e sostenendo che “questa non è una crisi greca o italiana, tedesca, ungherese, francese o austriaca, ma è una crisi migratoria globale che richiede coraggiose azioni congiunte”.

Dati che fanno affermare alla vicesegretaria del Pd, Debora Serracchiani: “Diventa sempre più chiaro che nella questione dell’immigrazione Salvini è un problema per l’Italia, non certo una soluzione”. Prosegue la presidente della Regione Friuli Venezia-Giulia: “Se ancora nei capi della Lega rimane traccia di senso di responsabilità, smettano di evocare situazioni apocalittiche: non siamo davanti a un’invasione nemica e l’Italia non è un Paese sottosviluppato”.

Secondo la Serracchiani, “prendersela con il Capo dello Stato, con la Chiesa o con il mondo intero, farà guadagnare a Salvini e Maroni la soddisfazione di un titolo o il brivido dell’accerchiamento, ma non aiuterà in nessun modo gli italiani a stare meglio”. Quindi la vice di Renzi insiste: “Non basta risolvere il tema dell’immigrazione semplicemente dicendo noi non li vogliamo, restino a casa loro, pensiamo prima agli italiani. Noi non possiamo non fare la nostra parte, questo non è un paese sottosviluppato”.

Le parole della Serracchiani si collocano all’interno di una polemica che va avanti da settimane e che negli ultimi giorni ha visto emergere un aspro contro tra vescovi e politica italiana.

Leggi anche

I vescovi contro politici “piazzisti da quattro soldi”

Galantino attacca governo inerte su accoglienza

Sartori: “Galantino è un demente”

Santanché infuriata con mons. Galantino

Galantino replica alle polemiche

Salvini: “Galantino vescovo comunista”

La Boldrini si schiera con i vescovi

 

GM