Il mistero del giovane nel lago

Lago Maggiore (GABRIEL BOUYS/AFP/Getty Images)
Lago Maggiore (GABRIEL BOUYS/AFP/Getty Images)

Giallo sul ritrovamento di un giovane di 23-24 anni, che non è stato ancora identificato, rinvenuto cadavere su una piccola spiaggia sul lago Maggiore alla periferia di Verbania. Sul corpo del ragazzo alcune ferite, ma soprattutto un buco in petto, mentre ci sono i resti di petardi esplosi tutto intorno al perimetro in cui il giovane è stato trovato. Gli inquirenti in ogni caso tendono a escludere che la morte sia stata causata dalla deflagrazione di un petardo scoppiato a bruciapelo.

La pista principale seguita dalle forze dell’ordine pare quella del suicidio, ma non sono state accantonate altre ipotesi. Si pensa che il giovane si sia autoinferto le ferite riscontrate sul suo corpo. Il cadavere è stato notato da un camionista su un Tir che transitava sulla strada provinciale che da Verbania porta a Gravellona Toce, il quale ha immediatamente dato l’allarme. Al momento del ritrovamento, il giovane era a petto nudo e indossava soltanto un paio di jeans.

Sul posto è giunto il medico legale per i rilievi insieme agli uomini della squadra scientifica dei carabinieri di Verbania. Il giovane sarebbe stato rinvenuto senza documenti addosso e ciò rende più complicate le operazioni di identificazione del cadavere. Nelle stesse ore, a Roma, è stato rinvenuto il cadavere di un uomo lungo il Tevere.

 

GM