Merkel sui migranti: “L’Italia deve essere aiutata”

migranti Merkel Italia
(Adam Berry/Getty Images)

La cancelliera Angela Merkel è tornata a parlare di immigrazione in vista del vertice europeo straordinario convocato per il 14 settembre. La Merkel ha sottolineato che in questo momento “il mondo vede la Germania come un paese di speranza e di chance” e che “non è sempre stato così”. Proprio per questo motivo Berlino non può esimersi dal proprio ruolo, ma come tutti invoca aiuto da parte dell’Europa. Aiuto che serve anche per l’Italia, così come ha riconosciuto proprio Angela Merkel: “Non è giusto che soli tre o quattro Paesi assorbano quasi tutti i rifugiati. C’è un grande accordo sul fatto che l’Italia debba essere aiutata”.

Nel frattempo Il vicepresidente della Commissione europea Frans Timmermans è andato in visita a Calais, uno dei fronti più caldi per l’immigrazione. Qui ha incontrato per fare il punto sulla situazione il ministro dell’Interno francese Bernard Cazeneuve, il premier Manuel Valls e il  commissario all’Immigrazione Dimitris Avramopoulos. Secondo Timmermans “serve andare rapidamente verso regole europee comuni sulla richiesta d’asilo, sapendo che solidarietà e responsabilità sono principi indissolubili. È necessario accelerare le procedure di registrazione.  Serve un sistema d’asilo europeo…non dobbiamo lasciare la porta aperta a xenofobia e populismo. Ciascuno per se stesso non ha mai portato a risultati positivi. Sappiamo tutti che siamo di fronte a cifre notevoli. C’è un flusso migratorio enorme. La crisi mette l’Europa a dura prova, ma non dimentichiamo mai che se reagiamo uniti siamo una comunità di 500 milioni di persone in grado di gestire la situazione”.

F.B.

Leggi anche:

Migranti, scomparsi 3 bambini siriani ricoverati in Austria

Migranti, Salvini: “Identificazione, soccorso e smistamento in nord Africa, non qui”