“Mi restano 2 settimane di vita” portava da 10 anni il cellulare nel reggiseno e si è ammalata di cancro –FOTO

20150909_106284_tumoresenoSi chiama Wendy Holt, imprenditrice 51enne inglese ed avrebbe rimasto appena 2 settimane di vita a causa di un cancro terminale al seno. La donna, che per dieci anni avrebbe portato il cellulare nel reggiseno: secondo Wendy sarebbe proprio questa la causa della sua malattia. E’ successo a Bracknell, nel Regno Unito. Come riporta il Mirror, nel 2012 a Wendy fu diagnosticato il tumore al seno. Tumore che poi si è propagato ai polmoni e ai linfonodi. Nonostante non ci sia alcun collegamento scientifico tra il cancro al seno e il cellulare, Wendy è sicura che siano state le onde elettromagnetiche a causare la malattia, dal momento che nella sua famiglia non ci sono mai stati casi di patologie analoghe. “Ho avuto il mio primo cellulare nel 1990 – racconta – ma poi ho trascorso gli ultimi dieci anni con il cellulare nel reggiseno, premuto contro la pelle. Lo tenevo lì per averlo a portata di mano ma è stata la mia rovina. Nel gennaio 2012 ho iniziato a vedere che qualcosa non andava. Il mio seno destro era pesante e la pelle buccia d’arancia, ma non pensavo potesse essere un tumore. Mi è stata diagnosticata una forma molto aggressiva, ho subito una doppia mastectomia e 5 mesi di chemioterapia. Ora ne parlo – continua – perché non voglio che altre persone facciano il mio stesso sbaglio. C’è un grande dibattito riguardo al fatto che le onde del cellulare possano essere cancerogene. E io ne sono convinta“.

LC