Si sente male in discoteca, nulla da fare per una 26enne

Roberta Orizio (foto da Facebook)
Roberta Orizio (foto da Facebook)

Non c’è nulla da fare per Roberta Orizio, la ragazza di 26 anni che sabato notte è rimasta vittima di un attacco d’asma mentre ballava in compagnia di alcuni amici in una nota discoteca di Desenzano sul Garda. La giovane bresciana, militante locale di Forza Italia, in mattinata è stata dichiarata clinicamente morta, dopo che l’elettroencefalogramma a cui è stata sottoposta presso gli Spedali civili di Brescia dove è ricoverata nel reparto di rianimazione è rimasto piatto.

Nelle prossime ore, i genitori decideranno sull’espianto di organi, che potrebbe salvare numerose vite. Nella vicenda personale della giovane, al contrario del caso del giovanissimo morto di ecstasy, che attirato per giorni l’attenzione mediatica quest’estate, portando anche a chiudere la discoteca Cocoricò, la droga non c’entra nulla. Le cause  del decesso sono infatti da ricercare esclusivamente nell’asma di cui da anni la 26enne soffriva.

Subito dopo il malore, la giovane è stata soccorsa dal personale della discoteca, dove si stava svolgendo un party organizzato proprio dai giovani “azzurri”, poi ha avuto un primo arresto cardiaco, dal quale sembrava essersi ripresa dopo circa una cinquantina di minuti, ma immediatamente dopo il trasporto in ospedale, un nuovo infarto le è stato fatale. In questi giorni, la giovane stava partecipando a Forzafuturo, la scuola politica di Forza Italia organizzata da Maria Stella Gelmini a Calvagese della Riviera.

GM