Spaccio sui treni: droga in cambio di sesso

Eroina (Mario Tama/Getty Images)
Eroina (Mario Tama/Getty Images)

Erano disposti a tutto pur di avere la droga i giovanissimi “clienti” dei pusher albanesi, marocchini e italiani, componenti della cosiddetta banda degli “spacciatori del Besanino”, che vendeva dosi di hashish, eroina e cocaina sui treni in viaggio tra Lecco e Besana Brianza. La polizia di Lecco, nelle scorse ore, ha smantellato l’organizzazione dedita allo spaccio di stupefacenti, eseguendo diverse ordinanze di custodia cautelare tra le province di Lecco, Milano e Monza Brianza.

Gli spacciatori si dividevano in gruppi e viaggiavano tra Lecco e la Brianza alla ricerca di clienti tra i pendolari, soprattutto studenti, dando anche la possibilità ai giovani e giovanissimi di provare gratuitamente la sostanza stupefacente, lasciando poi il proprio “biglietto da visita” ovvero il recapito telefonico da contattare. Pur di ottenere le dosi, i giovanissimi clienti, molti dei quali minorenni, erano disposti a offrire prestazioni sessuali oppure arrivavano a compiere piccoli furti o rapine in negozi e piccoli esercizi commerciali.

GM