Grillo – Vendola, polemica a distanza sulla ‘baby’ pensione dell’ex governatore

nichi-vendola-pensione
La vignetta postata sul blog di Beppe Grillo (dal web)

Botta e risposta fra Beppe Grillo e Nichi Vendola sul web. La discussione a distanza è nata da un ironico post sulla pensione dell’ex governatore della Puglia, pubblicato sul blog del leader del Movimento 5 Stelle, e dall’hashtag “#BabyVendola”, lanciato su Twitter sempre dal comico genovese. La “baby” pensione al 57enne Vendola da 5.600 euro con 10 anni di contributi e un assegno di fine mandato di 198.000 euro ha scatenato le ire degli internauti. Vendola ha cercato di parare il colpo su Twitter, rispondendo che se fosse ricco come Grillo rinuncerebbe a quei soldi, di non essersi arricchito, di non aver rubato, e che il trattamento economico degli eletti nelle istituzioni, ciò che oggi appare appunto come privilegio, è stato concepito come una barriera alla corruzione degli stessi. Nel frattempo, dall’account di Grillo sono stati ritwittati – e poi cancellati – alcuni commenti omofobi su Vendola, ai quali il Pd ha risposto con l’ hashtag: #omofoBeppe. Gli internauti, condannando gli insulti omofobi, sono restati sul tema del vitalizio; sia sulla pagina di Grillo che su quella di Vendola, sono stati moltissimi gli inviti all’ex governatore a paragonare una pensione da 5600 euro a quella di un italiano medio e non a quella di un uomo di spettacolo.

L. B.