Parla al telefono con la figlia, poi il dramma

Un vecchio telefono domestico (ALEXANDER KLEIN/AFP/Getty Images)
Un vecchio telefono domestico (ALEXANDER KLEIN/AFP/Getty Images)

Tragedia familiare ieri a Belluno, dove un’anziana donna che vive sola, mentre teneva la pentola del pranzo sul fuoco, stava scambiando quattro chiacchiere con la figlia. A un certo punto, la conversazione si è interrotta, ma la linea non era caduta, così la figlia ha iniziato a chiamare a gran voce l’anziana madre, senza però ottenere risposta alcuna. Già all’inizio della conversazione, la donna era apparsa preoccupata da una frase pronunciata dalla madre: “Sono caduta, ho un po’ di nausea”.

Mai però la signora Sandra – questo il nome della figlia – avrebbe immaginato che quella di ieri mattina sarebbe stata l’ultima conversazione con la madre, Olga Birtig, 92 anni, originaria della valle del Natisone, in provincia di Udine, e vedova del dottor Vittorio Abbamonte, deceduto del 1998, reduce della guerra in Russia con la Julia, poi divenuto direttore dell’ospedale di Como.

GM