Renzi: “Il limite del contante sale a tremila euro”

BERLIN, GERMANY - JULY 01:  Italian Prime Minister Matteo Renzi and German Chancellor Angela Merkel (not pictured) speak to the media following talks at the Chancellery on July 1, 2015 in Berlin, Germany. The two leaders discussed the Greek debt crisis and Europe's refugee situation, among other issues.  (Photo by Sean Gallup/Getty Images)
 (Sean Gallup/Getty Images)

Il premier Matteo Renzi fa un dietrofront sul limite dell’uso dei contanti e annuncia che il tetto massimo sarà portato da mille a tremila euro. Il limite precedente inserito da Mario Monti nel decreto Salva Italia viene così modificato per facilitare la ripresa dei consumi. Lo afferma il Presidente del Consiglio in un’intervista a Rtl 102.5.  che rivela l’inserimento della misura nella prossima legge di Stabilità. “Per il prossimo anno una delle cose che proporremo al Parlamento sarà di riportare i livelli di contante alla media europea a 3.000 euro: un piccolo gesto per incoraggiare i consumi”. L’obiettivo è quello di equiparare la soglia a quella di altri paesi europei.  In Francia ad esempio una recente normativa è andata in senso contrario: da 3mila euro a mille. In Spagna invece è possibile pagare in contanti fino a 2.500 euro. In Grecia il limite è di 1.500 euro, solo il Portogallo presenta la stessa misura restrittiva dell’Italia (999,99 euro). Un provvedimento “di centro-destra” sostiene il Ministro dell’Interno, Angelino Alfano, che accoglie con positività l’annuncio di Renzi. Di avviso opposto come prevedibile, Pierluigi Bersani “Si incoraggerebbero consumi in nero, riciclaggio, evasione e corruzione come certificato da tutte le agenzie a partire dalle Entrate”. Ad esprimere soddisfazione l’Area Popolare guidato da Maurizio Lupi: “il presidente del Consiglio accoglie la proposta e inserisce in legge di stabilità l’innalzamento a 3mila euro dell’uso del contante. Bene! E’ una nostra vecchia battaglia”,afferma  ricordando la mozione del suo gruppo approvata nel giugno scorso da Montecitorio che “impegnava il governo a innalzare l’uso del contante esattamente da 1.000 a 3mila euro”.

Roberta Garofalo