Giuseppe Ghirardini (foto dal web)

Giuseppe Ghirardini (foto dal web)

E’ stata ritrovata lungo la strada che da Ponte di Legno porta al passo del Tonale la Suzuki Vitara marrone di proprietà di Giuseppe Ghirardini, 50 anni, operaio della fonderia Bozzoli di Marcheno, nel bresciano, scomparso mercoledì a qualche giorno di distanza dalla scomparsa di Mario Bozzoli, imprenditore 50enne e datore di lavoro dell’uomo. Ghirardini era uno dei tre presenti nella fonderia l’ultima volta che l’imprenditore è stato visto vivo.

Il ritrovamento dell’auto è avvenuto ieri sera, ma le analisi sono proseguite fino alle quattro di notte. Dopo gli accertamenti della Scientifica, la macchina è stata portata al comando provinciale dei carabinieri di Brescia per altri accertamenti. E’ sempre più probabile che le due scomparse siano collegate tra loro e non siano per nulla una casualità. Una cugina dell’operaio scomparso lancia un appello disperato: “Torna a casa Giuseppe”.

La donna ha quindi ricordato: “Doveva andare a caccia, ma il tempo era brutto, ha lasciato i cani a casa e ci ha salutato come sempre. Poi non lo abbiamo più visto”. Il maltempo di questi giorni ha portato la prima nevicata, che ha raggiunto nella zona i venti centimetri, rendendo in questo modo molto difficili le ricerche. Gli inquirenti, intanto, proseguono senza sosta anche nelle ricerche di Bozzoli: in entrambi i casi, però, finora non c’è stato alcun riscontro. Sembra che i due siano stati inghiottiti nel nulla.

GM