Furia cieca: uccide un cane a bastonate

Pastore maremmano (Pixabay)
Pastore maremmano (Pixabay)

E’ stato denunciato dai carabinieri del Reparto Territoriale di Aprilia un uomo di 52 anni, residente in periferia, originario della provincia di Benevento, accusato del reato di uccisione di animali. L’uomo, secondo una prima ricostruzione, avrebbe preso a bastonate, senza alcuna pietà, un pastore maremmano, “colpevole” di essere entrato nel terreno dell’uomo saltando la recinzione, nella zona di Campoleone. Soccorso da una guardia zoofila, quindi trasferito al pronto soccorso veterinario, il povero animale è purtroppo deceduto poco dopo.

Il 52enne, hanno fatto sapere i militari dell’Arma, si sarebbe armato di bastone e avventato contro il maremmano, colpendolo a ripetizione sulla testa e sul muso e causandogli profonde lesioni, fino a ridurlo in condizioni disperate. A incastrare l’uomo alle proprie responsabilità sono state alcune testimonianze e la perizia veterinaria eseguita nelle scorse ore. Il caso ha fatto molto scalpore nella zona, tant’è che un gruppo di volontari, animalisti attivi ad Aprilia, ha indetto per oggi una fiaccolata per ricordare l’uccisione brutale del pastore maremmano e sensibilizzare la collettività contro la violenza sugli animali.

Leggi anche

Quasi ucciso da auto pirata, colletta per salvare il cane Mio

Ucciso perché vuole vendicare la morte del suo cane

Cane eroe difende la padrona da rapina: ucciso dai ladri

Choc a Garbagnate Milanese: litiga con la compagna e le uccide il cane

GM