Alex Schwazer, test doping a sorpresa per il marciatore altoatesino

Alex Schwazer (Stefania D'Alessandro/Getty Images)
Alex Schwazer (Stefania D’Alessandro/Getty Images)

Controllo antidoping a sorpresa per Alex Schwazer, ad oggi ancora squalificato per essere risultato positivo a pochi giorni dai Giochi di Londra 2012. Il marciatore altoatesino è stato sottoposto a un test delle urine a Racines, in Alto Adige, suo paese natale. Il controllo, previsto dalle norme dell’agenzia mondiale antidoping è stato ordinato dalla federazione mondiale di atletica leggera. Gli ispettori, di lingua tedesca, hanno sottoposto l’atleta ad un controllo dell’urina ma non ematico.

In questo periodo Schwazer si trova proprio a casa sua prima di ritornare a Roma ed iniziare una nuova sessione di allenamenti in vista del rientro alle gare assieme al suo allenatore Sandro Donati, con l’obiettivo concreto delle Olimpiadi di Rio 2016. L’ex fidanzato di Carolina Kosnter potrà rientrare alle gare non prima dal 1 Maggio 2016, quando scadrà la sua squalifica di 3 anni e nove mesi, visto che il Tribunale nazionale antidoping del Coni aveva respinto a inizio ottobre il ricorso per la diminuzione della pena dopo aver collaborato prima con gli inquirenti della procura della Repubblica di Bolzano e, poi, con quelli sportivi.

M.O.