Giallo di Marcheno, la moglie di Bozzoli: “Mario aveva paura per i figli”

Mario Bozzoli (screen shoot you tube)
Mario Bozzoli (screen shoot you tube)

“Negli ultimi mesi la situazione era diventata molto tesa: a causa del cambio generazionale ai vertici dell’azienda, si erano creati screzi con la famiglia del fratello e addirittura mi diceva di avere paura per i figli”. E’ quanto ha dichiarato agli inquirenti Irene Zerbini, la moglie di Mario Bozzoli, l’imprenditore di Marcheno  di cui non si hanno più notizie dall’8 di ottobre. Il giorno dopo rivelazione della fumata anomala da uno dei forni registrata in ditta proprio la sera della scomparsa dell’uomo e a pochi giorni dal ritrovamento del corpo di uno dei dipendenti dell’azienda, Giuseppe Ghirardini, emergono quindi particolari importanti per le indagini.

Stando alla denuncia della donna, “nel corso del tempo sono state molte le cose fatte a mio marito, dal compenso amministratori non pagato nel 2014 alle accuse di aizzare gli operai contro i nipoti. Aveva paura che un giorno, recandosi in azienda, non sarebbe più riuscito ad aprire il cancello per andare al lavoro”.

MD