In arrivo l’asteroide di Halloween: ecco quando e dove

(Alexander Gerst/ Getty Images)
(Alexander Gerst/ Getty Images)

E’ stato battezzato dalla NASA 2015 TB145; si tratta di un corpo celeste di circa 470 metri che si muove alla velocità di 126mila chilometri orari. Da quanto riferito dall’Agenzia spaziale è 28 volte più grande del meteorite di Chelyabinsk del febbraio del 2013 e dovrebbe trattarsi del corpo celeste di maggiori dimensioni ad avvicinarsi al nostro pianeta di qui al 2027. Secondo le proiezioni l’asteroide ‘sfiorerà’ la terra ( passerà a non meno di 500mila chilometri di distanza dal nostro pianeta) la sera del 31 ottobre. Torna di attualità, come spesso è già capitato in circostanze analoghe, il tema delle probabilità di essere colpiti da un corpo celeste.

Aecondo le stime dell’Agenzia Spaziale Europea “il 99% degli asteroidi di grandi dimensioni – di diametro superiore al chilometro – è oramai stato identificato, ma il rischio maggiore lo pongono gli asteroidi più piccoli – di diametro inferiore ai 50 metri – di cui ne esistono almeno un milione, un decimo dei quali con un’orbita tale da incrociare potenzialmente quella terrestre.”.

Le previsioni su quali oggetti possano in futuro rappresentare un pericolo è molto difficile, così come ogni eventuale intervento dato lo scarso preavviso: a causa della bassa albedo (capacità di riflessione) della loro superficie gli asteroidi sono di norma virtualmente invisibili agli strumenti ottici a meno di non passare davanti a un corpo luminoso, e troppo piccoli per causare effetti gravitazionali osservabili.
LC