Scoperto tunnel di 800 metri tra Messico e Usa

Messico tunnel
(YURI CORTEZ/AFP/Getty Images)

Il confine tra Messico e Stati Uniti è sempre stato un punto caldo. Spesso se ne è parlato per la questione legata all’immigrazione clandestina, ma su quel confine tante volte rappresentato anche al cinema si consuma anche un quotidiano tentativo di trasportare droga da un Paese all’altro. E proprio per il traffico di stupefacenti era stato costruito questo tunnel scoperto oggi dalla polizia messicana. Era lungo 800 metro e collegava la città di Tijuana con la zona oltre confine Usa di San Diego. Il tunnel si trovava 11 metri sotto terra, era dotato di un sistema di illuminazione e di uno di ventilazione ed era sorretto da travi metalliche di sostegno.

Nell’operazione condotta dalla polizia federale e dal Cisen, il Centro de Investigación y Seguridad Nacional sono state arrestate 16 persone e sequestrate 10 tonnellate di marijuana. La polizia ha inoltre ipotizzato con abbastanza certezza che il tunnel scoperto oggi fosse utilizzato dal clan di narcos legato a Joaquin «El Chapo» Guzman, uno dei principali boss della droga messicani.

F.B.