Ponti sulle autostrade per salvare gli animali selvatici

HERBSTEIN, GERMANY - FEBRUARY 11: A dead deer lies on the side of a highway after being struck by a car on February 11, 2013 near Herbstein, Germany. Though no precise numbers are available, forestry officials estimate the number of deer and other wild animals, including boars and wolves, have risen significantly in Germany in the last decades. (Photo by Thomas Lohnes/Getty Images)
(Thomas Lohnes/Getty Images)

I ponti per animali sono opere architettoniche costruite sulle strade per permettere alla fauna selvatica di attraversare in modo sicuro e salvare la vita a centinaia di specie. Visto il numero di animali morti in incidenti stradali sempre più in aumento, in Ontario si è pensato di realizzare questi sovrappassi. Sono larghi dai 10 ai 60 metri rivestiti nella parte superiore di terra e vegetazione  per ricreare l’habitat adatto a una vasta gamma di specie: dagli ungulati ai grandi carnivori come orsi, linci, ghiottoni e lupi, mentre nella parte inferiore ospitano carreggiate per il transito dei veicoli. Quello dell’Ontario è il primo ponte nella regione canadese ma sono già diffusi in vari Stati Americani come quello nello Stato di Washintgon che ha ridotto sensibilmente il numero di morti. Un’opera che sta già portando i suoi frutti. Molti animali già ne usufruiscono: c’è chi li usa per raggiungere il cibo o l’acqua che si trovano sul lato opposto, chi per la migrazione stagionale; a volte i ponti prevedono piccoli stagni creati per gli anfibi o per aumentare l’attrattiva per la fauna e stimolare l’uso del cavalcavia. Le telecamere installate sulla struttura mostrano come già oltre 800 cervi e alci hanno scelto questa strada, sebbene la struttura non sia ancora del tutto terminata; si spera che anche molti altri gli animali useranno di più questo passaggio che riesce a ridurre il rischio di incidenti tra auto e animali anche fino all’80%.

B.R.