Giallo di Marcheno: “Materiale nel forno per soffocare fumo anomalo”

Mario Bozzoli (screen shoot you tube)
Mario Bozzoli (screen shoot you tube)

Nicola Loda, cacciatore bresciano che ha conosciuto Ghirardini ha riferito agli inquirenti: “Giuseppe mi disse che la sera della scomparsa di Mario Bozzoli dal forno della fonderia era uscita una fumata anomala e per soffocare questa fumata avevano gettato all’interno dei forni del materiale”. L’uomo che ha frequentato l’ operaio della Bozzoli srl, durante una battuta di caccia lo scorso 11 ottobre, vale a dire tre giorni dopo la scomparsa dell’imprenditore di Marcheno, Mario Bozzoli, le cui ricerche stanno continuando all’interno della fonderia, ha raccontato tutto quello che sa. Ghirardini era invece scomparso sei giorni dopo il suo datore di lavoro ed è stato trovato cadavere a cento chilometri da casa sua, sopra Ponte di Legno.

MD