Gli Usa hanno ucciso Jihadi John, il boia dell’Isis

Jihadi-John ucciso Usa
Jihadi-John (Web)

Si attendono le conferme ufficiali, ma secondo i media di tutto il mondo gli Stati Uniti avrebbero ucciso Mohamed Emwazi, noto come Jihadi John, il boia dell’Isis. Il tutto sarebbe avvenuto tramite un raid nella zona di Raqqa dove un drone dovrebbe aver ucciso il noto terrorista.

Jihadi John era diventato “famoso” per la partecipazione a volto coperto ai video che mettevano in mostra le uccisioni di James Foley, Steven Sotloff, Abdul Rahman Kassig, David Haines, Alan Henning e Kenji Goto. il suo perfetto accento inglese aveva fatto capire la sua provenienza e ben presto a quel volto nascosto era stato dato un nome e un cognome. Si trattava di Mohamed Emwazi, un britannico che si era unito all’Isis e che aveva acquisito notorietà per i suoi metodi estremamente brutali e per le torture nei confronti di innocenti prigionieri. Di lui suo padre aveva detto: “E’ un cane, un animale, un terrorista. Spero che lo uccidano”. E forse ora questa speranza nutrita addirittura da un genitore verso un figlio pare sia diventata realtà.

Le forze americane insieme a quelle britanniche gli davano la caccia da mesi. Sul campo hanno agito la Cia e il Comando operazioni speciali di Fort Bragg. Se verrà confermata l’uccisione del boia britannico dell’Isis sarà senza dubbio un bel colpo per chi combatte il terrorismo. Fermo restando però che Jihadi John aveva più una valenza simbolica e non rappresentava certo i vertici dello Stato Islamico. Il lavoro dunque va proseguito perché la strada per debellare il terrorismo islamico è ancora lunga e tortuosa.

F.B.

Leggi anche:

Isis, Jihadi John chiede scusa alla sua famiglia

Jihadi John: la sua famiglia prende dallo Stato 40mila sterline all’anno