Parigi, Putin: “Castigheremo i terroristi”

Vladimir Putin (MIKHAIL KLIMENTYEV/AFP/Getty Images)
Vladimir Putin (MIKHAIL KLIMENTYEV/AFP/Getty Images)

“L’intera comunità internazionale dovrebbe unire i propri sforzi per combattere efficacemente il terrorismo”, così si è espresso il presidente russo Vladimir Putin, commentando gli attentati di ieri a Parigi. Le parole dello’ zar’ arrivano a poche ore da quelle del presidente Usa, Barack Obama, che aveva rilevato: “E’ un attacco contro l’umanità e contro i nostri valori. Siamo a disposizione della Francia. Non ho ancora chiamato il presidente Hollande, lo farò nelle prossime ore. Situazione che ci spezza il cuore. Sappiamo cosa significa. Faremo il nostro meglio per aiutarli”.

Secondo Putin, la comunità internazionale deve creare “una autentica unità per far fronte al male. Questa tragedia è una ulteriore prova della natura barbara del terrorismo, che è una sfida a tutta l’umanità”. Per questo ha offerto “la più stretta collaborazione con i soci francesi nella indagine sui crimini commessi a Parigi”, sottolineando che confida nel fatto “che i responsabili e gli esecutori avranno il meritato castigo”.

“Non c’è giustificazione per gli atti terroristici e non c’è giustificazione per noi se non faremo di più per combattere lo Stato islamico, al-Nusra e simili”, ha dichiarato successivamente il ministro degli Esteri russo, Sergey Lavrov, le cui parole fanno da eco a quelle di Putin.

GM