Parigi, Alfano: “Salvini è dispiaciuto che non sia successo in Italia”

Angelino Alfano (ALBERTO PIZZOLI/AFP/Getty Images)
Angelino Alfano (ALBERTO PIZZOLI/AFP/Getty Images)

“Ascoltando Salvini sembra di percepire il suo dispiacere perché gli attentati di Parigi non siano avvenuti in Italia, così da consentirgli di fare caciara e guadagnare voti”, così il ministro dell’Interno, Angelino Alfano, commentando nel corso della trasmissione ‘Unomattina’ le parole del leader della Lega Nord, Matteo Salvini, postate su Facebook subito dopo gli attentati di venerdì sera a Parigi. Il responsabile del Viminale ha aggiunto: “Le polemiche in Italia sono deludenti. C’è un momento in cui i leader politici devono dimostrare la loro statura morale, in questo caso dimostrano il loro nanismo morale”. Quindi la rassicurazione: “Proteggeremo al massimo Roma e le sedi del Giubileo”.

Immediata la replica di Salvini, che riportando le parole del ministro evidenzia: “Lo ha incredibilmente detto a Raiuno l’incapace Alfano. Vergogna. E questo dovrebbe difendere gli italiani? Prima lo denuncio e poi…”. Quindi ha lanciato l’hashtag #Alfanodimettiti. Subito dopo un cinguettio: “Incapace Alfano, vergogna! Riempiamo Twitter, facciamo sentire la nostra voce”. Come al solito, Salvini è un fiume in piena: “Gli italiani gridano in coro: #Alfanodimettiti, incapace! #Alfanodimettiti è primo nei trending topic! Non una questione personale, ma buon senso, legittima difesa, voglia di vivere in un paese sicuro!”.

Valentina Castaldini, portavoce di Ncd, ribatte con l’hashtag #IoStoConAlfano e twitta: “Salvini dimostra la sua natura estremista. Esprimere opinione non è reato, è un diritto e chi lo nega è contro la democrazia”. Con Salvini si schiera anche il capogruppo dei deputati di Forza Italia, Renato Brunetta, secondo cui le parole di Alfano sono “un’illazione inaccettabile, basata sul rancore personale, sintomo di perdita di lucidità, tanto più grave provenendo da un ministro alla guida del settore più delicato, che è quello della sicurezza”.

GM