Bataclan, la donna incinta sospesa nel vuoto ha ritrovato il suo salvatore

Bataclan Donna Incinta ritrova salvatore
Il fermo immagine della donna incinta appesa poco prima del salvataggio (Youtube)

E’ stata una delle foto e dei video più drammatici tra quelli arrivati dal Bataclan, il teatro degli orrori nel quale i terroristi jihadisti hanno ucciso 120 persone. Tra chi è riuscito miracolosamente a salvarsi c’è una donna che per sfuggire alla furia degli attentatori si era appesa ad una finestra. Il suo grido d’aiuto: “Aiutatemi, sono incinta” per fortuna non era rimasto inascoltato e un anonimo eroe l’aveva tirata su, salvando lei e il bambino che portava in grembo. L’eroico gesto è stato ripreso in questo video:

https://www.youtube.com/watch?v=ac2YiLByLSc

La donna ha poi voluto scoprire chi fosse l’uomo che l’aveva presa per le braccia e l’aveva tirata a sè, riportandola dentro e in salvo. Finalmente è riuscita nel suo intento grazie ovviamente alla potenza dei social network. L’amico che si è occupato di mettere l’annuncio su Twitter ha spiegato: “Ha voluto ringraziare tutti colori i quali le hanno regalato un gesto di solidarietà, compreso l’uomo che ha perso alcuni secondi della sua fuga per afferrarle la mano e aiutarla a risalire. Dopo l’annuncio il fratello dell’uomo che l’ha aiutata mi ha contattato tramite email. Ci siamo scambiati i numeri e ci ha fatto sapere che anche lui stava bene. Era tutto ciò che volevamo sapere”.

L’eroe, così come la donna incinta salvata, ha voluto rimanere anonimo e ha rilasciato queste dichiarazioni: “Davanti a me c’erano due finestre. Appesa a una di loro c’era una donna incinta che implorava di essere presa. Sotto c’era il caos più totale. Sono passato dall’altra finestra e mi sono attaccato a una bocca di aerazione a 15 metri d’altezza. Ho tenuto per cinque minuti la donna incinta. Non ne poteva più e mi ha chiesto di poter rientrare nell’edificio. L’ho fatto e poi non so dove è andata”.

F.B.